Joe Jackson, vero e proprio genio anticonformista e raffinato della musica internazionale, dopo il trionfale tour in Nord America e in Europa, arriverà nel nostro paese nei prossimi giorni. La prima tappa sarà a Mestre il 4 marzo (Teatro Corso), poi Bologna il 5 (Teatro Auditorium Manzoni), Roma il 7 (Teatro Brancaccio) e Milano l’8 marzo (Teatro dal Verme). L’artista manca dall’ Italia dal 2012.

Apprezzato e seguito in tutto il mondo, poliedrico come pochi suoi colleghi, l'artista britannico, oltre alle sue canzoni di maggior successo, presenterà il nuovo album “Fast Forward”, da poco pubblicato in Italia da Edel, e che segna il ritorno alla scrittura “pop” dopo anni di esperimenti, live e contaminazioni.

Joe Jackson ha viaggiato molto per il mondo e ha scritto, registrato, prodotto e arrangiato il disco in quattro diverse città (New York, New Orleans, Berlino e Amsterdam) tutte con un set diverso di musicisti (da Bill Frisell a Greg Cohen): il risultato è un album raffinato ma accessibile, da scoprire ascolto dopo ascolto.

Eternamente controcorrente, refrattario a tutte le mode e i cliché, Joe Jackson nella sua quarantennale carriera è riuscito sempre a penetrare a fondo lo spirito autentico di ogni stile, spaziando dal punk al reggae, dal rock al blues, dal pop al jazz, dal soul alle colonne sonore, fino alla classica, senza mai scivolare nella superficialità. Non c'è praticamente ambito musicale che il suo genio onnivoro non abbia toccato e approfondito, mantenendo sempre standard di qualità elevatissimi. Quasi senza precedenti nel pop-rock, la sua poliedricità di musicista, cantante, paroliere, compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra.

Accompagneranno Joe Jackson sul palco Graham Maby (basso), Teddy Krumpel (chitarre) e Doug Yowell (batteria). Un tour per gli amanti della musica di qualità, un'oasi a cui attingere per rigenerarsi di leggerezza, classe e intelligenza.